Patologie

Aritmia cardiaca


Aritmia cardiacaL’aritmia cardiaca è un’irregolarità nel battito del cuore, che può essere più veloce, più lento o anche irregolare.
 
Back  continua per un approfondimento

Fibrillazione atriale


Fibrillazione atriale
La fibrillazione atriale è un disturbo del ritmo cardiaco caratterizzato dalla completa irregolarità dell’attivazione elettrica degli atri, le due camere cardiache superiori.
 
Back  continua per un approfondimento

Flutter atriale


Flutter atriale
Il flutter atriale è un aumento del ritmo delle contrazioni degli atri, che possono arrivare fino a 250-350 al minuto.
 
Back  continua per un approfondimento

Sindrome di Wolff-Parkinson-White


Sindrome di Wolff-Parkinson-White
La sindrome di Wolff-Parkinson-White è la conseguenza di un’anomalia congenita del cuore che determina la generazione di un fascio atrio-ventricolare accessorio.
 
Back  continua per un approfondimento

Cardiologia

Sindrome di Wolff-Parkinson White

Che cosa è la Sindrome di Wolff-Parkinson White
La sindrome di Wolff-Parkinson-White è la conseguenza di un’anomalia congenita del cuore che determina la generazione di un fascio atrio-ventricolare accessorio. Questa via di comunicazione extra fra l’atrio e il ventricolo produce stimoli elettrici aggiuntivi, che si sovrappongono agli stimoli elettrici modificando il ritmo del cuore e generando tachicardia. Sebbene sia una patologia congenita, la sindrome di Wolff-Parkinson-White può svilupparsi in maniera asintomatica sino all’età adulta.

Chirurgia
Fattori di rischio
  • Predisposizione congenita
Sintomi
  • Vertigini
  • Palpitazioni
  • Mancanza di respiro
  • Sincope
Terapie
Farmaci. L’uso di farmaci antiaritmici aiuta a controllare il ritmo cardiaco.
Cardioversione. In presenza di frequenza ventricolare rapida è necessaria la cardioversione, procedura che consente la regolarizzazione del ritmo.
Chirurgia. Nel caso di casi gravi, l’ablazione transcatetere garantisce una guarigione permanente.
Numeri
L’incidenza si colloca tra gli 0,1 e 3,1 casi ogni mille adulti e fra gli 0,8 e 4,8 ogni mille bambini. Fra questi, si registra il 3-4% di morti improvvise causate dalla patologia.
Prevenzione
  • Controlli periodici in caso di aritmie
Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici (propri o di terze parti) che non raccolgono dati di profilazione durante la navigazione.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Altrimenti clicca continua e accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner.
Continua
X

Right Click

No right click