Aritmia cardiaca


Aritmia cardiacaL’aritmia cardiaca è un’irregolarità nel battito del cuore, che può essere più veloce, più lento o anche irregolare.
 
Back  continua per un approfondimento

Fibrillazione atriale


Fibrillazione atriale
La fibrillazione atriale è un disturbo del ritmo cardiaco caratterizzato dalla completa irregolarità dell’attivazione elettrica degli atri, le due camere cardiache superiori.
 
Back  continua per un approfondimento

Flutter atriale


Flutter atriale
Il flutter atriale è un aumento del ritmo delle contrazioni degli atri, che possono arrivare fino a 250-350 al minuto.
 
Back  continua per un approfondimento

Sindrome di Wolff-Parkinson-White


Sindrome di Wolff-Parkinson-White
La sindrome di Wolff-Parkinson-White è la conseguenza di un’anomalia congenita del cuore che determina la generazione di un fascio atrio-ventricolare accessorio.
 
Back  continua per un approfondimento

Cardiologia

Sindrome di Wolff-Parkinson White

Che cosa è la Sindrome di Wolff-Parkinson White
La sindrome di Wolff-Parkinson-White è la conseguenza di un’anomalia congenita del cuore che determina la generazione di un fascio atrio-ventricolare accessorio. Questa via di comunicazione extra fra l’atrio e il ventricolo produce stimoli elettrici aggiuntivi, che si sovrappongono agli stimoli elettrici modificando il ritmo del cuore e generando tachicardia. Sebbene sia una patologia congenita, la sindrome di Wolff-Parkinson-White può svilupparsi in maniera asintomatica sino all’età adulta.

Chirurgia
Fattori di rischio
  • Predisposizione congenita
Sintomi
  • Vertigini
  • Palpitazioni
  • Mancanza di respiro
  • Sincope
Terapie
Farmaci. L’uso di farmaci antiaritmici aiuta a controllare il ritmo cardiaco.
Cardioversione. In presenza di frequenza ventricolare rapida è necessaria la cardioversione, procedura che consente la regolarizzazione del ritmo.
Chirurgia. Nel caso di casi gravi, l’ablazione transcatetere garantisce una guarigione permanente.
Numeri
L’incidenza si colloca tra gli 0,1 e 3,1 casi ogni mille adulti e fra gli 0,8 e 4,8 ogni mille bambini. Fra questi, si registra il 3-4% di morti improvvise causate dalla patologia.
Prevenzione
  • Controlli periodici in caso di aritmie
Questo sito utilizza cookie come descritto nella nostra Cookie Policy. Per vedere quali cookies usiamo, controlla il nostro pannello di impostazione dei Cookie. Acconsento alla cookie policy, non mostrare più il messaggio.